DANAM
Guerrilla
Marketing

“Essere surrealista significa
bandire dalla mente il già visto
e ricercare il non visto.”

Renè Magritte

Così Renè Magritte descriveva il suo operare. Il trovarsi di fronte a qualcosa che non si riesce a definire come reale, anche se a tutti gli effetti lo è, sta alla base dello stupore, dell’incredulità, della consapevolezza che qualcosa di nuovo è sempre dietro l’angolo. È un meccanismo che genera una sensazione simile al destarsi dopo un sogno vivido, un’allucinazione, un pensiero profondo.

Tre poltrone volanti appese ad una dozzina di palloni azzurri, come il soggetto di un dipinto surrealista ma tutte di materia reale: è ciò che spinge l’uomo a risvegliare in sé il senso antico della scoperta e dell’inatteso. Soprattutto quando queste non vengono osservate nell’asettico spazio/tempo cristallizzato del museo o della sala espositiva, ma in strada, in un luogo già vivo di per sé, dove lo scorrere del tempo ed il mutare dello spazio seguono le leggi fisiche dell’universo senza subire i tentativi di artificiale monumentalizzazione dell’oggetto d’arte.

Perché delle poltrone volanti? L’idea nasce dall’incontro tra mediaintegrati con Mariano, founder di Danam: una webapp che aiuta i professionisti più meritevoli, ma soprattutto più gentili, nell’ardua impresa di trovare nuovi clienti. Elevarsi grazie alla gentilezza e non per l’aggressività con la quale si penetra il mercato potrebbe e dovrebbe essere un trend positivo da seguire per differenziarsi. Un modello virtuoso che affonda le radici nei vecchi insegnamenti di una volta, senza alcuna valenza reazionaria, bensì con una forte tendenza propositiva che guarda ad un futuro migliore per tutti. Dare maggiore visibilità a chi svolge il proprio lavoro con gentilezza, facendolo spiccare rispetto al resto, come una poltrona azzurra in un luogo dove, generalmente, vi è il nulla.

Contattaci

Vuoi dirci qualcosa? Usa il form qui sotto.

Non si legge? Cambia il codice. captcha txt
0

Inizia a scrivere e poi premi invio