The Breather

horror webseries

Il male è necessario per contribuire all’equilibrio che regge il mondo, un’incredibile scoperta è destinata a stravolgere la vita di chi ne verrà a conoscenza. I canoni del genere horror vengono riconfigurati in una webseries che stupisce per la dinamicità dei suoi contenuti e per l’interazione che offre con i personaggi.

È possibile definire “male” qualcosa che contribuisce al mantenimento dell’equilibrio dell’universo? Un quesito a cui è complesso trovare una risposta univoca.
The Breather, tradotto letteralmente come “lo sfiato”, indaga su questa domanda atavica: come definire la perdita del controllo, necessaria e istintiva, sintomatica di uno sbilanciamento delle parti e finalizzata però alla sopravvivenza dell’intero genere umano? Il male è uno strumento del bene. O è il bene ad essere la legittimazione del male? Noi non lo sappiamo ancora.

PERSONAGGI

Cinque personaggi, cinque storie parallele che si legano incredibilmente grazie al caso.
Celina, Gaetano, Ubaldo, Frajen e Carolina, persone apparentemente normali che hanno in comune una particolare ossessione per i trend del momento. Questo li porterà a commettere gesti estremi che avranno oscure conseguenze.

Protagonisti

Personaggi Secondari

L’Introverso: ex sportivo, paraplegico in seguito a un incidente, dedica tutta la sua vita ad internet e alla tecnologia. Farà una scoperta destinata a cambiargli la vita.

La Ribelle: esuberante, socievole e amante della vita mondana. A un rave in montagna, si troverà faccia a faccia con il pericolo e scatenerà un evento virale su Facebook.

La “Selfish”: cerca di raggiungere il successo attraverso i selfie, i like sono il suo metro di giudizio. Scoprirà che il sangue è l’unica terrificante soluzione al suo desiderio di diventare una Instagram celebrity.

Il Solitario: solitario e riflessivo, in seguito ad un tragico evento decide di abbandonare tutto. Il bosco lo aiuterà a scoprire la sua vera natura!

L’Esteta: amante dell’estetica, alla ricerca del bello e con l’ossesione per Ikea. Colleziona oggetti di design ai quali riesce a dare ulteriore senso. Ma a quale prezzo? Tutto davanti agli occhi nel mondo su Behance.

Campagna Crowdfunding

Per finanziare il progetto, abbiamo lanciato una campagna di Crowdfunding su Kickstarter (http://goo.gl/APjuHD) supportata, su Facebook, da una serie di video e da foto profilo pensate sul concetto dello “sfiato”.

Il Team

Oggi abbiamo finalmente lanciato la campagna di Crowdfunding su kickstarter ma non siamo sicuri se è successo veramente...Kickstarter http://goo.gl/APjuHDSupportaci!When we launched crowdfunding something unbelievable happened! 😉 Kickstarter http://goo.gl/APjuHDSupport us!

Pubblicato da The Breather - Horror web series su Giovedì 25 giugno 2015

Lancio del Crowdfunding

The Crypt

Abbiamo partecipato al contest #6secondscare presentato da Eli Roth e Quentin Tarantino.

Selfie Killer

Attenti a quei #selfie, hanno già fatto perdere la testa a un sacco di persone. Figuriamoci ad #halloweenSeguici su Vine https://vine.co/v/OMtDTTuBEPa #6secondscare

Pubblicato da mediaintegrati su Venerdì 31 ottobre 2014
Silent Eyes

Non pensare di aver visto tutto, è la notte di #halloween e non hai visto ancora nulla!Seguici su Vine https://vine.co/v/OMVDEQPlJ0E#6secondscare

Pubblicato da mediaintegrati su Venerdì 31 ottobre 2014
Waiting Dead

A #Napoli ad #halloween non puoi distrarti un attimo, che ti ritrovi un mostro in casa.Seguici su Vine https://vine.co/v/OO7D7xiiegL #6secondscare

Pubblicato da mediaintegrati su Venerdì 31 ottobre 2014
Deadly Chair

Non mettetevi troppo comodi, ad #halloween nessuno è al sicuro.Seguici su Vine https://vine.co/v/OMVEMU7Abpg#6secondscare

Pubblicato da mediaintegrati su Venerdì 31 ottobre 2014

Abbiamo perso! Ma alcuni giorni dopo abbiamo ricevuto un messaggio da CryptTV, e ci hanno chiesto di collaborare con loro nella creazione di una web serie.

Oggi The Crypt ha approvato la nostra idea per uno script di una Web series Horror, siamo talmente contenti che uno di noi ha reagito così !

Pubblicato da mediaintegrati su Martedì 23 dicembre 2014

Comunicazione

“HORROR IS POP” è lo slogan che abbiamo scelto per la comunicazione della serie. L’idea è quella di  è svincolarci dagli stereotipi dell’horror per sperimentare e aprire nuovi scenari. Ecco perché abbiamo scelto di usare colori forti e uno stile grafico quasi fumettistico, provando a rivoluzionare anche l’estetica legata al genere classico.

Anche la comunicazione sui social va verso questa direzione, i personaggi interagiscono con il pubblico dal vivo tramite i social network, creando un format mai visto prima. Giocando sulla frammentazione della storia attraverso contenuti multimediali live, che approfondiscono i singoli personaggi; la loro vita, infatti, continua anche attraverso la comunicazione.

PERSONAGGI

POSTER

TEASER

Guarda Altro: